VIR - l'isola di contrasto
Villaggi isolani
Fino agli anni 80, gli abitanti dell'isola di Vir sono stati raccolti nel villaggio stesso-chiamato Vir, e in altri due villaggi piu piccoli: Lozice e Torovi (Stanovi). Oltre alla popolazione natale dell'isola, ci sono molti turisti che recentemente hanno costruito numerose villette per vacanze che allungano dal nord di Lozice verso l'est al ponticello sotto Torovo dal lato del sud dell'isola.

Le prime annotazioni storiche di Vir raggiungono a 1069 concernente la lettera del re Petar Kresimir IV. In questo documento, conosciuto come cavalla Nostrum Dalmaticum, l'isola di Vir e stata chiamata, “Ueru" e “Veru" per quale gli storici presumono il relativo significato vecchio- la pastura. I piu antichi resti archeologici su Vir sono le rovine degli stabilimenti sulla collina di San Giorgio, Bandira (112 m) e Gradina nella parte settentrionale dell'isola. Secondo i ritrovamenti (pareti e tombe), la tribu Liburni aveva vissuto la sopra la colonizzazione romana fino all'arrivo di Croati nella regione (collina di San Giorgio). I monumenti storici cristiani antichi di Vir, come le chiese di San Giorgio su Bandira, San Niccolo e San Giorgio nel posto della chiesa della parrocchia San Giorgio attuale nel villaggio (tutto dal dodicesimo e tredicesimo secolo), la vecchia parrocchia e chiesa del cimitero San Giovanni del duecento e trecento e la chiesa di San Martino inesplorato ancora dai tempi del pre-pre-Ottoman, testimoniano la presenza di Croati nella regione. Durante l'anno 1570 Vir e stato confrontato con le difficolta del distretto restante di Nin quando la relativa popolazione di Croazia del nativo ha migrato alle altre isole, penisola di Istria ed Italia ed i nuovi abitanti, principalmente coltivatori del bestiame dalla retroterra Ravni Kotari di Zadar, anche fuggente dai Turchi, hanno abitato nella zona. Nel settecento le circostanze sociali si sono stabilizzate. Le foreste sono state bruciate per essere usate come pascoli. In una ricerca di pascolo migliore, un gruppo degli abitanti (Zepine, Buskulici, Budije, Olid e Radovid) hanno fondato verso la fine del settecento e l'inizio del ottocento lo stabilimento Lozice, mentre Vueetizi e Basid hanno fondato Torove, Kapovizi si sono mossi sotto Bandira. Augusta Obradovic, vedova di Arigo Czerwenko, ha venduto nel anno 1908 la terra ai contadini. Negli anni 20 e stata divisa in 89 sezioni, rassicuranti gli abitanti una posizione migliore esentandoli dalle tasse quale erano un sesto di reddito ed un quarto del vino-deve. Le traghetto-linee sono diventate piu frequenti ed il numero di abitanti si sta sviluppando costantemente. La quantita di bestiami si e alzata pure.

Le pareti messe per accludere i pascoli hanno dato un contrassegno distinto all'isola di Vir, quello con determinate registrazioni ultime ad oggi. Fra le due guerre mondiali, gli abitanti di Vir si sono girati verso Susak e Sibenico. Sono andati al mare, principalmente come membri di una squadra sulle navi d'alto mare. Un piu piccolo numero di loro ha rimasto d'oltremare como emigrati nell’America del sud (Argentina, Cile) ed Australia. Dopo la seconda guerra mondiale, Vir ha attraversato un'espansione della relativa popolazione. Secondo un'annotazione nell’anno 1953 Vir ha raggiunto il piu alto numero degli abitanti nella relativa storia - 1121 cittadino dell'isola. Da allora, il numero di abitanti del Vir sta diminuendo gradualmente. L'occupazione principale di quasi ogni persona adulta su Vir e legata al mare. Alcuni di loro si sono mossi verso Rijeka per convincere un lavoro, principalmente come lavoratori, alcuni tuttavia per imparare i vari mestieri. Negli anni 50 un determinato numero ha emigrato agli altri paesi. In quel tempo "un ponticello Gaz eccessivo fra il continente e l'isola di Vir e stato costruito. Allora e stato denominato, il ponticello di vita ". In 1976 e stato liberato per traffico, girando la nuova pagina della storia dell'isola..

L'odierno sviluppo dinamico di Vir e emerso dal relativo collegamento con la zona di Zadar, che e il punto focale della regione di Nord-Dalmazia, cosi come il collegamento con la strada principale di Lika, che collega Zadar con la parte continentale del paese. Grazie alle circostanze eccellenti si costruiscono molte villette e case fra il villaggio ed il ponticello, in primo luogo dentro la parte del sud, piu successivamente anche nella parte settentrionale dell'isola. Ci sono oggi piu di sette mila ricorso-case su Vir. Vir si e transformato in in un posto turistico di molti contrasti, di modo che possiamo chiamarla "l'isola dei contrasti".


Sull’isola di Vir c’e una naturalezza pura, pietrosi pascoli, magnifichi boschi di pino ed altra vegetazione mediterranea, vigne coltivate, campi e giardini, valli e colline pietrose, organizzati in una catena dal sud-ovest al nord-ovest dell'isola, spiagge rocciose e sabbiose, i puntelli livelllati per bagnare, vecchie case mediterranee e ville moderne e lussose, percorsi e macadam e strade asfaltate, posti sereni e le vie vivaci che diventano centri d’incontro di giovani ogni sera. Vir si e transformato nel centro amministrativo dell'isola, con lo scopo di migliorare la qualita di vita sull'isola, per i relativi abitanti e por gli ospiti numerosi, che godono la durante l'anno. La temperatura annuale media e superiore a 15 Co, la temperatura media in luglio e circa 25 Co, mentre la temperatura piu bassa e quella in gennaio di circa 6.5 Co. Le condizioni climatiche su Vir definitivamente hanno avute influenza sul benessere e sulla durata della vita degli abitanti dell’isola. Lungo il litorale rientrato di Vir le spiaggie sabbiose e di ghiaia si sono situate vicino ai boschetti del pino, circondate dall’acqua di mare cristallino. Per tutto questo l’isola di Vir e un posto perfetto per le vacanze familiari.

Il litorale pietroso nella parte di nord-ovest dell'isola, che e abbondante in flora marina e nella fauna, offre un posto attraente per i tuffatori di alto mare. Le baie e gli ingressi numerosi con i pilastri permettono agli ospiti di cruciare nei panfili e visitare una di 300 isole ed isolotti verso il parco nazionale Kornati. Su Vir, la sistemazione turistica e offerta soprattutto nelle case, nelle stanze e negli appartamenti riservati della famiglia o in intere ricorso-case, spesso con i loro propri ancoraggi. L'isola di Vir e ancora un posto dei grandi alberghi. I bar dei ristoranti con i terrazzi nella tonalita, le trattorie tradizionali (konobe), le discoteche, il folclore domestico, vari negozi, servizio medico, la farmacia, l’ufficio dei turisti, l’ufficio cambio valute, l’affitto-un-barca, il mercato, il deposito dei pesci e le masse infinite di gente, contribuiscono a piu di alta qualita e ad una presentazione piu attraente. L'isola di Vir ed i suoi cittadini vi augurano un'accoglienza calorosa e li invitano a scoprire e godere la bellezza di nostra "Isola dei contrasti ".

 

 
Otočka naselja

Do osamdesetih godina ovog stoljeća, stanovništvo je bilo okupljeno u istoimenom naselju (selu) Vir i dva zaseoka: Lozicama i Torovima (Stanovima). DanasVir nastanjuju, osim autohtonog hrvatskog stanovništva i mnogobrojni "vikendaši" u brojnim naseljima novoizgrađenim od sjevernog dijela Lozica, prema mostu na istoku, sve do ispod Torova na južnoj strani otoka.