KORNATI

Nella parte centrale del mare adriatico croato, circa 15 Nm all'ovest dalla Sebenico, 7 Nm al sud-ovest da Murter, o 15 Nm al sud dalla citta di Zara, c’e un gruppo stupefacente delle isole chiamate arcipelago Kornati. Per la bellezza e la singolarita dell'arcipelago nell’anno 1980 Kornati sono proclamati il parco nazionale. Modifiche da allora determinate dei relativi bordi sono state apportate, di modo che al giorno d'oggi il parco nazionale di Kornati occupa la superficie di circa 220 km2 (54,000 acri). Ci sono 89 isole, isolotti e rupe all'interno della zona del parco nazionale di Kornati (185 chilometri della linea costiera), che cosa gli rende il gruppo rientrato delle isole nel Mediterraneo. La parte della terra delle coperture nazionali piu meno di 1/4 del parco di Kornati della relativa area totale, ma i valori dei relativi paesaggi, "le parti superiori" (scogliere) sulle isole che affrontano il mare aperto e strutture interessanti di rilievo, rende questa parte del parco nazionale di Kornati unica. Inoltre, la zona sottomarina di Kornati, cui biocenosi e considerata la piu ricca nell’Adriatico ed inoltre la geomorfologia magnifica del fondale marino, attrae i tuffatori dappertutto da Europa per venire e godere nelle avventure sottomarine indimenticabili.

Per piu chiamata delle informazioni: www.tel.hr/np-kornati

KRKA

E stato affermato un parco nazionale in 1985, ed e il settimo parco nazionale in Croazia. Il parco nazionale di Krka e situato interamente all'interno del territorio della regione di Sebenico e Knin e comprende una superficie di 109 chilometri quadrati lungo il fiume di Krka: due chilometri a seconda della corrente da Knin a Skradin e la corrente inferiore del fiume di Cikola. Dalla parte sommersa della bocca, e di 72,5 chilometri di lunghezza, rendente al Krka il ventiduesimo fiume piu lungo in Croazia. La fonte del fiume di Krka e alla base delle montagne di Dinari, a 3,5 chilometri a nordest della base di Knin e di 22 metri alto lo schiaffo Topoljski, di Veliki Buk e dello schiaffo Krcic, che sono cascate rumorose nell'inverno ma di asciutto funzionato durante l'estate. La lunghezza della sezione d'acqua dolce del fiume e 49 chilometri e quello della sezione salmastra e 23,5 chilometri. I tributari significativi del fiume di Krka includono Krcic, Kosovcica, Orašnica, Butišnica e Cikola con Vrb. Con le relative cascate dei sette travertini e una goccia totale di 242 m, il fiume di Krka e un fenomeno naturale.

Per piu chiamata delle informazioni:: www.npkrka.hr

PAKLENICA

L’area di 96 km2, dal litorale orientale del mare adriatico agli piu alti picchi delle montagne di Velebit, Vaganski Vrh (1757 m) e Sveto Brdo (1753 m), Paklenica abbonda di fenomeni naturali, e percio l'intera zona e stata affermata un parco nazionale in 1949. Questa regione e semplice ed insolita nel relativo collegamento fra il mare e le montagne, ricchi di faggio e foreste nere del pino, orridi profondi tagliati verticalmente in cresta di Velebit, il terrento carsico e caverne e pozzi numerosi.

Per piu chiamata delle informazioni: www.tel.hr/paklenica

I LAGHI DI PLITVICE

Gli attributi naturali del parco e l'unicita dei laghi di Plitvice meritano un'attenzione completa di nostri ospiti. La funzione di ricreazione del soggiorno e la stupefazione con la bellezza della zona che conquista dalle diversita ed armonia naturali delle figure e dei colori in tutte le stagioni, e basata su molte caratteristiche naturali reciprocamente condizionate.

Per piu chiamata delle informazioni: www.np-plitvicka-jezera.hr

 

 
NIN - citta reale

Nel passato, Nin era la sede degli imperatori e vescovi croati. E situata a 18 chilometri di Zadar. Il duca Branimir ha ricevuto il riconoscimento reale dal papa in questa citta nell’anno 879. Nel centro della citta, persino oggi, c’e una piccola chiesa meravigliosa, della Santa Croce (traversa), un esempio di architettura antica. Ha la figura trasversale greca identica alla chiesa del Santo Vid in Zadar, con il nome e titolo del primo capo di stato, Godecaj iscritto sul portale. Per molto tempo quest’ iscrizione era un segreto ma e stato risolto dal pittore M. Pejakovic di Dubrovnik. La chiesa serviva da orologio e calendario e determinava il tempo a base della posizione del sole. All'inizio del dodicesimo secolo, appena davanti Nin, su una piccola collina, e stata costruita la piccola chiesa di San Niccolo. Vicino la strada che conduce alla citta alta c’e la statua del vescovo Gregorio di Nin, il lavoro dello scultore ben noto Ivan Mestrovic. Lo scultore ha fatto una copia di questa statua che si trova a Spalato.
 

 
ZADAR

Sulla base di tre mila anni di tradizione, la regione di Zadar si e evoluta per prendere 14% del territorio totale della Repubblica di Croazia ed intorno 12% del mare territoriale, con tante isole quanti sono i giorni nell’anno che formano un territorio di circa 580 chilometri. Appena verso il mare aperto del litorale di lunghezza 1200 chilometri, la maggior parte della linea costiera rientrata nel Mediterraneo, c’e un allineamento di quattro serie di isole che cominciano con la piu grande: Pag, Dugi Otok, Ugljan, Pašman, conducente a quei piu piccoli: Silba, Molat, Olib, Premuda, Iž, Vrgada, Sestrunj.

Piu sopra: www.zadar.hr